Inviate ai medici di base oltre 600mila mascherine sbagliate. Erano state donate dalla Cina. Arcuri: “Nuovo stock in arrivo entro questa settimana”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Le mascherine ai medici di base sono state distribuite per un errore logistico: erano state donate all’Italia dalla Cina, il carico era destinato alla collettività. Rimedieremo prontamente a rifornire i medici di base assieme al commissario Arcuri con le mascherine Ffp2”. E’ quanto ha detto il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel corso della sua consueta conferenza stampa a proposito delle 600mila mascherine, non per uso sanitario, giunte agli Ordini provinciali dei medici. Un nuovo stock di mascherine, assicura il commissario per l’emergenza, Domenico Arcuri, in una lettera indirizzata alla Federazione degli ordini dei medici, verrà consegnato “entro questa settimana”. Nella lettera, resa nota dalla Fnomceo, Arcuri si dice amareggiato e si scusa per l’errore nella consegna dei dispositivi non idonei all’uso sanitario. Da oggi, afferma, “le forniture oggetto di ‘donazioni’ verranno sottoposte ad un controllo a campione”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA