La Commissione regionale d’inchiesta sull’epidemia di Coronavirus in Lombardia è ancora bloccata. Manca il presidente

dalla Redazione
Politica

La commissione d’inchiesta regionale in Lombardia sull’emergenza Covid-19 ancora non parte. Sembrerebbe assurdo ma, nonostante il prezzo pagato in Lombardia, ancora si cincischia sull’inizio dei lavori. Eppure ci sono state già due riunioni. Peccato, però, che in entrambi i casi non si sia riuscito a nominare il presidente: secondo le parole dei consiglieri pentastellati la colpa sarebbe dell’opposizione della maggioranza. Certamente, salvo altri colpi di scena, la presidenza dovrebbe andare o proprio a un Cinque stelle o ad un esponente del Partito democratico. Ma il centrodestra – e in primis la Lega – teme una presidenza troppo accusatoria nei confronti dell’operato della giunta. Intanto il tempo passa. La prossima riunione è fissata per martedì 26 maggio.