La Madia gela gli statali

Dalla Redazione
Politica

Dalla Redazione

Restano congelati gli stipendi dei dipendenti statali. La conferma dell’indiscrezione, che lo stesso governo si era preoccupato di smentire lo scorso mese, è arrivata dalla viva voce del ministro della Pa, Marianna Madia. “In questo momento di crisi – ha detto la Madia – le risorse per sbloccare i contratti a tutti non ci sono”.

Per il ministro, in questo momento, la priorità è un’altra, vale a dire i lavoratori più bisognosi, cui spetterà il bonus Renzi da 80 euro che “andrà anche ai lavoratori pubblici” che si trovino sotto la fascia di reddito prevista dal dl Irpef, convertito in legge a colpi di fiducia prima dell’estate.

Per quanto riguarda i compensi degli statali “i contratti hanno iniziato ad essere bloccati all’inizio della crisi”. Una crisi che, spiega la Madia, “visti i dati sull’economia” prosegue e che “il governo è impegnato a superare”. Uno sforzo che secondo il ministro dovrà coinvolgere “tutti” sia “il governo che le parti sociali”. La decisione sui contratti degli statali verrà presa in sede di discussione della legge di stabilità. La proroga del blocco (cominciata nel 2010) dovrebbe essere di un anno.