La minaccia coreana di Kim. E Trump mette in allerta i bombardieri nucleari. Non accadeva dalla Guerra Fredda

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tensione sempre altissima tra Stati Uniti e Corea del Nord. L’ultima mossa americana ha colto di sopresa:  l’aviazione a stelle e strisce ha messo in allerta i propri bombardieri nucleari B52 perché siano pronti ad agire, se necessario, anche in 24 ore.

I media americani che hanno riportato la notizia citano il Pentagono come fonte. Una decisione del genere non veniva presa dai tempi della Guerra Fredda. I bombardieri allertati hanno testate nucleari e verranno disposti per essere pronti a entrare immediatamente in azione. Gli equipaggi sono stati posti in stato di emergenza in una base dell’Air Force in Lousiana.

Sono circa 40 i B-52 Stratofortress allertati. Bombardieri che hanno un’autonomia fino a 14mila chilometri. Che l’allerta sia cresciuta negli ultimi giorni lo dimostra il fatto che il presidente americano, Donald Trump, abbia dovuto firmare un ordine per richiamare in servizio un migliaio di piloti militari per i B-52 e di altri velivoli. Il tycoon non ha sottovalutato affatto le minacce del dittatore nordcoreano Kim Jong-un.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA