La politica ai tempi del Coronavirus. Al Senato controlli con il termoscanner e gel igienizzante per tutti. Sospese visite e convegni. Alla Camera due deputati in mascherina

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in sintonia con le disposizioni governative e con i protocolli sanitari internazionali, ha comunicato che sono state varate una serie di misure di prevenzione necessarie ad affrontare l’emergenza Coronavirus e a garantire al contempo la continuità dell’attività legislativa. “Ciò grazie al lavoro e alle indicazioni del Collegio dei Senatori Questori, della Conferenza dei Capigruppo, del Personale amministrativo e del Direttore del Presidio Sanitario del Senato”, si legge in una nota di Palazzo Madama.

“Si tratta di una serie di controlli – aggiungono dal Senato -, accertamenti sanitari e limitazioni nelle modalità di accesso al Senato che sono state rese operative già da questa mattina. Sono stati sospesi inoltre tutti i convegni e le aperture di Palazzo Madama al pubblico, le visite delle scolaresche e dei gruppi. Le Commissioni parlamentari, laddove possibile, effettueranno le audizioni in video conferenza”, aggiunge il presidente del Senato.

“Il nostro Paese – ha detto Casellati – sta attraversando una fase molto critica e delicata. L’emergenza va affrontata con senso di responsabilità e di collaborazione, adottando i protocolli necessari a limitare l’area del contagio e a salvaguardare la salute pubblica. Da parte di Istituzioni, politica e cittadini serve un grande impegno comune rispetto al quale il Senato che presiedo sta facendo la sua parte”.

Alla Camera, dove ieri la deputata di FdI, Maria Teresa Baldini, si era presentata alla in Aula indossando una mascherina, anche il deputato forzista, ex M5S, Matteo Dall’Osso (nella foto), ha deciso di indossare la stessa protezione “per difendere gli altri”, come ha riferito lui stesso.