La Russia espelle 40 diplomatici europei: dovranno lasciare Mosca entro due settimane

La Russia espelle 40 diplomatici europei
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Russia espelle 40 diplomatici europei: dopo qualche settimana Mosca ha risposato all’espulsione dei suoi diplomatici presenti nei paesi europei. Così ha deciso di ripagare con la stessa “moneta”.

La Russia espelle 40 diplomatici europei

Martedì 5 aprile, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, aveva annunciato l’espulsione dal territorio italiano di trenta diplomatici russi per “motivi di sicurezza nazionale”. Nell’annunciare la misura, il ministro degli Esteri aveva dichiarato: “Abbiamo espulso 30 diplomatici russi per motivi di sicurezza nazionale – e ha precisato –. Il Segretario Generale del ministero degli Affari Esteri, Ambasciatore Ettore Sequi, ha convocato questa mattina alla Farnesina, su mia istruzione, l’Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Sergey Razov, per notificargli la decisione del Governo italiano di espellere 30 diplomatici russi in servizio presso l’Ambasciata in quanto persone non grate. Tale misura, assunta in accordo con altri partner europei e atlantici, si è resa necessaria per ragioni legate alla nostra sicurezza nazionale, nel contesto della situazione attuale di crisi conseguente all’ingiustificata aggressione all’Ucraina da parte della Federazione Russa”.

Dopo qualche settimana è arriva la risposa di Mosca. Il ministero degli Esteri russo ha reso noto che espellerà oltre 40 diplomatici europei in segno di vendetta per le espulsioni subite dagli analoghi russi dall’inizio della guerra. Il ministero ha dichiarato “persona non grata” 21 diplomatici belgi, 15 dei Paesi Bassi e 4 dipendenti dell’ambasciata austriaca.

Dovranno lasciare Mosca entro due settimane

Secondo quanto si apprende, i diplomatici espulsi avranno due settimane di tempo per lasciare la Russia. Dunque, la risposta di Mosca non si è fatta attendere a lungo e solo dopo qualche settimana è arrivata l’offensiva verso i diplomatici europei presenti in Russia.

Come ultima decisione, si parla anche dell’espulsione dell’ambasciatore del Lussemburgo convocato dalle autorità russe. I motivi sono semplicemente una risposta alle misure analoghe adottate  dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina.

 

Leggi anche: Chi sono i diplomatici russi espulsi dall’Italia? Pronta la risposa della Russia