La testimonianza da Olbia, persone soffocate dalla sabbia nella propria macchina. Dichiarato lo stato di emergenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A Monte Pino, a una quindicina di chilometri da Olbia, dove nella notte sono morte tre persone precipitando con le auto a causa di uno smottamento, “c’era l’inferno. Abbiamo visto le macchine schiacciate, una Freelander e una 147. Le macchine era piatte, completamente piene di sabbia. I primi soccorritori hanno raccontato di grida. Le persone sono morte soffocate dalla sabbia, una morte violenta quasi da film del terrore”. E’ il racconto dell’assessore all’Ambiente del Comune di Olbia, Andrea Biancareddu. “Stamane – ha spiegato – siamo andati a Monte Pino per vedere cos’era successo”. C’era una voragine di 30 metri, “una specie di montagna che è scomparsa. Chi passava non se l’aspettava e con la macchina ci è finito dentro”.

“Sulla Sardegna sono caduti 440 millilitri in 24 ore, è la quantità di pioggia che nel nostro Paese arriva in sei mesi. E’ un territorio violato e in qualche modo impreparato rispetto a un evento eccezionale”. Lo ha detto il capo della Protezione civile Franco Gabrielli, sottolineando che “c’è poco da dare spazio alle polemiche” in una situazione che è stata “oggettivamente di carattere eccezionale”. “Il nostro obiettivo – ha annunciato – è che entro sera tutte le persone possano aver avuto una forma di assistenza”.

Il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza per la Sardegna e ha deciso di stanziare 20 milioni di euro. Lo ha annunciato il premier Enrico Letta, spiegando che si tratta di risorse destinate esclusivamente alle necessità immediate “primarie ed essenziali” e che ci saranno poi altre risorse per la ricostruzione. “Le vittime sono salite in numero drammatico, voglio confermare la nostra vicinanza alle popolazioni”, ha detto Letta. La giunta della Regione Sardegna invece sta “stanziando ulteriori interventi per 5 milioni di euro per coprire quello che è necessario per l’immediato”. Lo ha annunciato il presidente Ugo Cappellacci nel corso della conferenza stampa ad Olbia, spiegando che queste risorse si aggiungeranno ai 20 milioni stanziati dal Governo. Ma anche la Cei ha stanziato un milione di euro da destinare ad aiuti per l’emergenza maltempo.