Lapide honoris causa. La Provincia di Reggio Calabria scompare. E i consiglieri fanno realizzare un blocco marmoreo con i loro nomi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Addio Provincia di Reggio Calabria. Finalmente anche sullo stretto arriverà, formalmente, la città metropolitana (l’ultima che mancava delle dieci previste). Con l’ente, ovviamente, scompariranno anche presidente, assessori e consiglieri. E allora ecco la trovata geniale, come racconta oggi Sergio Rizzo sul Corriere: una lapide a imperitura memoria del presidente Giuseppe Raffa, dei suoi assessori e dei consiglieri tutti. Una bella lapide a Palazzo Foti che funga da perenne testimonianza dell’impegno degli “ultimi rappresentanti eletti direttamente dal popolo”.

Il prossimo 7 agosto i sindaci e gli eletti in Comune della provincia reggina (intesa in senso geografico) voteranno per eleggere il Consiglio della nuova Città metropolitana e allora inizierà un’altra fase. “La Provincia sarà ufficialmente defunta – spiega Rizzo – ma della passata epoca gloriosa non mancherà un ricordo”. Quella lapide marmorea dove appare un elenco “in caratteri color rosso sangue martirio”.

Un bel gesto, quello di Raffa, che intanto è indagato dopo l’operazione “Fata Morgana”, che ha smascherato la rete criminale-massonica che faceva capo a Paolo Romeo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA