L’Eta è ufficialmente disarmata e senza arsenale. Consegnata alla polizia la lista degli otto depositi militari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Eta è completamente disarmata. Non ha più un arsenale. Un grande passo, come detto dal ministro dell’Interno francese, Matthias Fekl, per una giornata che si rivelerà “senza dubbio importante”.

Il gruppo militante basco Eta ha dato seguito alle promesse fatte nella lettera pubblicata dalla Bbc e ha consegnato oggi una lista contenente otto depositi nascosti di armi raccolte negli anni. L’elenco è stato recapitato alla polizia francese da alcuni intermediari dell’ormai “organizzazione disarmata”. Gli esperti dell’antiterrorismo francese stimano che negli arsenali possano esserci anche due tonnellate di esplosivo oltre a fucili mitragliatori e circa 130 pistole. L’annuncio arriva nel giorno del raduno di Bayonne, dove migliaia di persone sono attese per celebrare la fine di un’epoca di terrore durata mezzo secolo.

La polizia si è subito attivata per la localizzazione e la confisca degli armamenti nella regione basca francese al confine con la Spagna.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA