L’ex Cav è quasi in bolletta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Periodo nero per l’ex Cav.
Oltre ai problemi giudiziari e agli addii di berluscones come Bonaiuti anche i conti no sorridono a Silvio Berlusconi.
Secondo l‘Huffington Post il suo reddito sarebbe letteralmente crollato dal 2011 al 2012.
Da 35 milioni 439mila 988 euro dichiarati nel 2012 per il periodo d’imposta 2011, il leader di Forza Italia ha dichiarato nel 2013, per il 2012, ‘solo’ 4 milioni 515mila 298 euro. Trentun milioni di euro in meno.

Nonostante Berlusconi sia decaduto da senatore, la sua dichiarazione compare comunque nell’elenco dei redditi dei senatori della legislatura in corsa, consultabili da questa mattina. Eccone alcuni.

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, è più ricco della presidente della Camera, Laura Boldrini: secondo quanto emerge dalle dichiarazioni dei redditi del 2013 relative ai redditi 2012 la seconda carica dello stato ha dichiarato un reddito imponibile di 176.499 Euro mentre la terza carica dello stato 6.314 Euro al fisco italiano.

La prima inquilina di Montecitorio tuttavia dichiara di aver percepito in qualità di funzionario dell’Unhcr 94.304, Non soggetti all’imposizione nazionale.

Tra i redditi 2012 figurano anche quelli di alcuni ministri del governo Renzi.
Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha dichiarato 110.603 euro nella casella redditi imponibili; alla stessa voce, i redditi 2012 del ministro dell’Agricoltura,Maurizio Martina, e di quello dell’Istruzione,Stefania Giannini, risultano rispettivamente di 102.383 e 117.472 euro.
Negli stessi registri, in quanto ministro del governo Letta, risulta anche il reddito 2012 dell’attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, pari a 97.492 euro. Presente, infine, anche il reddito imponibile 2012 del ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, pari a 81.871 euro.
Un reddito imponibile di 76.259 euro, una Mercedes classe D del 2011 e venti azioni della Banca Etrusca e del Bcc Val d’Arno invece per il ministro Maria Elena Boschi.

Il ministro della Pa Marianna Madia ha denunciato al fisco 98.471 Euro, reddito imponibile del 2012 (anno fiscale 2013). Madia possiede anche un appartamento, un box oltre a due porzioni di fabbricati, in nuda proprietà.

Il ministro dell’Interno e leader di Ncd, Angelino Alfano, ha dichiarato nel 2013 redditi imponibili per 105.186 euro. E’ quanto si legge nel bollettino delle dichiarazioni patrimoniali dei deputati e delle spese elettorali.
Il ‘suo’ ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha invece dichiarato 282.499 euro, mentre il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, anche lei di Nuovo centrodestra, ha dichiarato 98.471 euro.

Buona parte dei componenti del gruppo 5 stelle alla Camera non ha denunciato reddito imponibile per l’anno fiscale 2013. Per esempio il vicepresidente Luigi Di Maio e il presidente della commissione di Vigilanza Rai,Roberto Fico, hanno dichiarato zero.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA