Luce e gas, pagamenti nel periodo di quarantena. Ecco come risparmiare o sospendere le bollette delle forniture energetiche

dalla Redazione
Cronaca

Il mondo intero sta attraversando un periodo difficile, a causa della situazione di emergenza sanitaria dovuta al coronavirus. Le famiglie restano a casa e il tempo pare essersi fermato per le strade vuote di ogni città. Di conseguenza molte aziende chiudono e sono sempre più le persone che devono attingere ai propri risparmi. Proprio per questo, occorre gettare più che mai un occhio al portafoglio, con una maggiore attenzione alle spese e di conseguenza al risparmio domestico. E proprio in previsione di una crisi globale anche lo Stato italiano sta mettendo diversi aiuti in campo a beneficio dei propri cittadini, partendo proprio da tagli alle spese domestiche usuali.

L’importanza del risparmio sulle spese di luce e gas

Oggi più che mai è fondamentale capire come risparmiare sulle bollette, una regola che in realtà dovrebbe valere a prescindere dal particolare momento storico che stiamo affrontando. È possibile riuscirci non solo limitando i consumi e facendo attenzione agli sprechi, ma anche sfruttando le migliori occasioni che si stanno presentando in queste situazioni. Ad esempio, si possono consultare anche online i siti dei fornitori come Green Network e cercare un’offerta di luce e gas che sia adatta alla propria situazione. Con una tariffa in linea con i propri consumi, infatti, sarà più facile risparmiare sulle spese relative all’energia in casa. Per quanto concerne le tariffe, inoltre, attualmente il consiglio è di optare per quelle monorarie, che alla lunga si sono dimostrate più economiche e convenienti, rispetto alle biorarie. Chiaramente il mercato libero, che non è ancora obbligatorio, rappresenta la risorsa più preziosa in assoluto per le famiglie che desiderano spendere di meno.

Come sospendere i pagamenti delle bollette

Con l’Italia in quarantena almeno fino al 13 aprile, salvo ulteriori proroghe delle restrizioni, anche risparmiare e tagliare spese non necessarie potrebbe non bastare. Proprio per questo lo Stato sta intervenendo in sostegno delle persone e delle famiglie. Fra le varie misure di supporto troviamo la sospensione dei tributi riguardanti le bollette energetiche. È bene specificare che sono previsti determinati requisiti per poter accedere all’agevolazione e che è ancora tutto in divenire. Per ora, infatti, le facilitazioni per le bollette di luce e gas riguardano infatti le famiglie che abitano nella prima zona rossa, per un totale di 11 comuni. Ma il Governo sta appunto valutando la possibilità di estendere il blocco dei pagamenti delle bollette anche ad altre categorie. Purtroppo si entra soltanto nel campo delle ipotesi, visto che diversi esponenti politici hanno chiesto di generalizzare questa misura, ma al momento mancano notizie ufficiali.

È comunque opportuno sottolineare che il risparmio non deve rappresentare un’eccezione dettata dai tempi, ma una routine positiva da adottare quotidianamente, soprattutto in previsione di situazioni difficili e inaspettate come quella che stiamo vivendo. Al tempo stesso, però, bisogna trovare il giusto equilibrio per mettere da parte qualcosa tagliando gli sprechi, senza per questo privarsi di nulla.

contenuto redazionale