Manadou sott’acqua. L’ex nuotatrice francese fermata per un furto a Eurodisney: souvenir non pagati. E lei su Facebook si scaglia contro i giornalisti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Guai per ora pochi, ma una figuraccia colossale per l’ex nuotatrice francese Laure Manaudou. Fermata all’uscita di una boutique di Disneyland Paris con souvenir non pagati. Stava visitando il parco di divertimenti vicino a Parigi con la figlia, Manon, di 4 anni e mezzo, ed un’amica. L’ex nuotatrice è stata fermata dopo che le telecamere di videosorveglianza avevano ripreso l’amica mentre rubava sugli scaffali. Le sono stati trovati addosso circa 300 euro di oggetti. La Manadou, a sua volta, aveva in borsa diversi souvenir, senza avere lo scontrino del pagamento effettuato. Il video, allo stesso tempo, precisa che si vede tuttavia l’ex nuotatrice mentre sta scegliendo alcuni articoli e si reca alla cassa. Per il momento non ci sono conseguenze penali. E la Manadou si è scagliata via Facebook contro i media che hanno riportato la notizia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA