Mare Mortum. Ancora un naufragio in Turchia: 34 morti. Almeno 3 bambini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ancora vittime in mare. Per l’ennesima volta è il mar Egeo a rappresentare la tomba per chi era partito a caccia della terra promessa. Sono morti almeno 34 migranti, tra i quali tre bambini. Speravano di raggiungere la Grecia dopo essere partiti dalla Turchia. L’imbarcazione è affondata e i corpi sono stati riportati indietro dalla corrente: la polizia ha reso noto che 11 sono stati trovati sulla spiaggia di un complesso residenziale nel distretto ai Ayvalik, nel nord-ovest della Turchia, a poche miglia nautiche dall’isola greca di Lesbo; altri dieci erano sulla costa del distretto di Dikili. Il barcone era partito da Smirne e si è capovolto a causa delle pessime condizioni meteorologiche. Otto persone sono state tratte in salvo dalla Guardia costiera. L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ha fatto sapere che sono circa 700 le persone decedute e disperse lo scorso anno durante la traversata del mar Egeo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA