#Matteorisponde e alza il tiro: “Via Equitalia e giù le tasse per il ceto medio”. Occupazione in crisi? “Scritte balle”. Ormai è piena campagna elettorale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ultimo comizio in ordine di tempo del presidente del Consiglio è andato in onda ieri sera in diretta su Facebook nel classico #Matteorisponde. Un talk show o poco ci manca per la prima volta, ieri, in prima serata, all’insolito orario (rispetto a quelli cui ci aveva abituato) delle 21,30. E allora perché non partire con un grande annuncio: “Via Equitalia”. Il premier in diretta Facebook fa sapere che “Equitalia non arriverà al 2018”. Spazzare via lo spauracchio di molti italiani presto è senza dubbio un ottimo spot con vista amministrative. Per trasformarlo in atto pratico c’è sempre tempo. “Stiamo riorganizzando il sistema perché sia sempre più a disposizione del cittadino e non vessatorio”, ha detto.

Sull’occupazione non ha dubbi. E’ l’Inps che ieri ha sbagliato nel diffondere i dati. “Chi dice che abbiamo una crisi dell’occupazione, dice clamorose balle: semplicemente i posti di lavoro sono cresciuti a un ritmo meno forte”. Il presidente del Consiglio ha anche annunciato che tra le priorità della manovra 2017 c’è la riduzione delle tasse per il ceto medio: “Vedremo se rivendendo le aliquote Irpef o se con un sistema fiscale diverso”. Sul referendum ha poi ribadito che se perde andrà a casa. Ma per non andarci è pronto a tutto. E la campagna elettorale è solo all’inizio.