Mazza-Orfeo ai rigori per Franzelli e Scarnati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Il piano editoriale di Mauro Mazza viene presentato oggi alla redazione. Oltre al rilancio della testata di Raisport e dei suoi due canali, con il ritorno del Processo del lunedì nonché della moviola e con la nuova trasmissione del pomeriggio, c’è la questione dei giornalisti sportivi in organico al Tg1. Un nodo che da 20 anni divide la Rai. I nomi in ballo sono Donatella Scarnati, Fedele La Sorsa e Mario Barteletti, nonché il capo del servizio Società, Marco Franzelli. I magnifici 4 entrerebbero in punta di piedi a Raisport, con l’unica promessa di conservare rispettivi incarichi e mansioni che hanno al Tg1. Questa credito però sta creando dei malumori all’interno della redazione di Mazza, soprattutto da parte di chi ora si vede minacciato da un concorrente interno in più.
Tuttavia l’accordo che per Mazza è già definito, non lo è affatto per il direttore del Tg1. Secondo Mario Orfeo la trattativa è tuttora in corso e affinché veda la luce del sole è necessario che ci sia un accordo scritto che preveda il passaggio di tutti e tre i giornalisti (Franzelli invece fa parte di un’altra partita) e la clausola scritta che autorizzi un giornalista del Tg1 a essere inviato per i grandi appuntamenti sportivi, contrariamente a quanto è accaduto di recente (a cominciare dalle Olimpiadi di Londra). In pratica il trasferimento dei giornalisti o si fa in blocco oppure niente. Comunque nella redazione di Raisport sta destando un po’ di malumori anche il ritorno del moviolista Carlo Longhi, rispolverato da Mazza nonostante alcune sue passate valutazioni finirono nel mirino delle polemiche.

Una Linea gialla molto Sottile
Più coinvolgimento di pubblico e meno morbosità. È questa la ricetta di Salvo Sottile per Linea Gialla, il nuovo settimanale di cronaca targato La7 in onda da stasera alle 21,10. «Di sicuro – ha detto il conduttore ex Mediaset – non saremo i fratelli poveri né di Quarto grado né di Chi l’ha visto». Accanto a Salvo Sottile il giornalista e autore televisivo Fiore De Rienzo.

La lunga pozione di Merlino
Myrta Merlino si è vista da Urbano Cairo allungare l’Aria che tira di La7 fino a due ore e mezzo. In pratica un tour de force che la impegnerà ogni giorno ai tempi supplementari. Numerosi gli ospiti politici e tutti vip. Uno sforzo disumano che la conduttrice ha accettato con grande personalità. Anche se rischia di ricorrere presto alla cura ricostituente.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA