Mazzette, a giudizio l’ex ministro Clini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Avrebbe intascato una mazzetta e per questo è stato disposto il giudizio immediato per l’ex ministro dell’Ambiente, Corrado Clini. L’accusa della Procura di Roma è di corruzione per un finanziamento da 54 milioni di euro finanziato dal dicastero per il progetto New Eden che riguardava la riqualificazione di una zona dell’Iraq. A Clini viene contestato di aver ricevuto una bustarella per oltre un milione di euro e a Pretner una somma di denaro di 2 milioni e 30mila euro, il tutto derivato dalla percentuale lucrata su un finanziamento erogato dal ministero dell’Ambiente ad una società irachena per un progetto di bonifica ambientale. Il processo è fissato per il prossimo 12 marzo davanti la seconda sezione penale. Secondo le conclusioni del magistrato l’erogazione delle somme sarebbe avvenuta tra l’ottobre del 2010 e il giugno del 2011 quando Clini era direttore generale del ministero dell’Ambiente del quale poi divenne ministro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA