A Mediaset adesso la Barra fa anche Miracoli. Continua il momento magico della giornalista. Conquistata la prima serata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Due nuovi programmi a Italia1 e Retequattro nel mese di marzo. Il primo è una striscia quotidiana, in onda alle 19 sulle storie di tutti i giorni. Si intitola Fattore umano. Il secondo, in prima serata, si chiama Miracoli. Gli autori e la produzione continuano a fare provini. Alessandra Borgia e Rosanna Piturru ce l’hanno messa tutta ma contro Francesca Barra non c’è niente da fare. Quando si parla di Miracoli la brava giornalista è imbattibile. Il posto sarà suo. Onore al merito alla prezzemolina della tv del Biscione che passa da Tiki Taka con Pardo a Matrix con Telese, dalla d’Urso a Domenica Live a Mattino 5 dove è stata ospite in più di un’occasione.

MADONNINA
A Milano l’affronto del sindaco Pisapia alla Madonnina è diventato un caso. Ovviamente, stiamo parlando della copia realizzata per esporla in una piazza in onore dell’Expo. Dopo il no per Piazzetta Reale e Piazza Fontana, gli irriducibili Barbara d’Urso e Mario Giordano si sono messi di punta e sono riusciti a trovare una soluzione. Ieri a Pomeriggio 5 Giulio Gallera,  il sottosegretario ai Rapporti con la Città metropolitana della Regione Lombardia, ha offerto la piazza di Città di Lombardia per accogliere la riproduzione della Madonnina.  Sarà sufficiente a chiudere il caso?

DEL DEBBIO AD ALTA QUOTA
Se a settembre ci fosse stato il totalizzatore per scommettere sul talk più seguito, i bookmaker sarebbero andati falliti. Praticamente nessuno avrebbe puntato su Quinta colonna di Retequattro, se non il direttore di rete e il conduttore. Sta di fatto che il programma di Paolo Del Debbio lunedì sera è stato visto da una media di 1.463.000 spettatori (6,17% di share). Un’altra puntata più che lusinghiera. Ancora una volta il competitor di La7,  PiazzaPulita, è stato battuto (818.000 spettatori  e il 3,49%). Quinta colonna è a un passo da Ballarò che martedì scorso ha portato a casa una media di 1.526.000 telespettatori e 6,33% di share. Tutti gli altri sono stati superati. Questi gli ascolti dell’ultima puntata di diMartedì (1.338.000 e 6,11%), Virus (con Matteo Renzi 1.260.000 telespettatori, share 5,05%), Servizio pubblico (1.131.000 e 4,73%).

MUCCIANTE ESULTA

La cura Mucciante a Radio1 Rai sembra dare risultati apprezzabili. Risalgono gli ascolti della rete ammiraglia della radiofonia di Viale Mazzini. In classifica, secondo l’indagine Eurisko l’emittente è sempre sesta ma ha ridotto la forbice rispetto alle altre radio e sta recuperando il calo del 16,2% di ascolti accusato nel periodo gennaio-marzo 2014, prima del cambio di direzione. Nel quarto trimestre 2014 Radio1 segna 4.100.000 ascoltatori, l’8,1 per cento in più rispetto al trimestre precedente nel giorno medio. Nell’aprile 2014 (quando Flavio Mucciante è diventato direttore della rete) gli ascoltatori erano 3.800.000 al giorno. Radiometrics-Ipsos invece per il periodo luglio-dicembre 2014 parla di un aumento di circa il 6 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA