Medvedev attacca Biden con un pesante insulto. L’Ue non sta a guardare e risponde con i fatti

Medvedev contro Joe Bidem: le ultime parole del braccio destro di Putin contro il presidente americano sono state molto dure.

Medvedev ha attaccato duramente il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il vice presidente del Consiglio di sicurezza russo ha utilizzato termini offensivi non rinunciando mai alle solite minacce. Tuttavia, dall’Occidente arrivano le risposte ma con i fatti.

Medvedev attacca Biden con un pesante insulto

Il vice presidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev ha attaccato duramente il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden. “La demenza senile progressiva non rappresenta un ostacolo per essere rieletto presidente degli Stati Uniti”. Ma c’è il rischio che ”per distrazione, possa iniziare una terza guerra mondiale”. Così, su Telegram, Medvedev ha commentato un possibile secondo mandato del presidente americano Joe Biden. ”Il vecchio Biden – ha scritto Medvedev – sembra sia pronto per un secondo mandato”. Ma nel suo primo ”si è notato che confonde nomi, cognomi, date e si perde nel suo ufficio”. Inoltre, prosegue il fedele braccio destro di Putin, ”conserva documenti segreti nel garage della sua abitazione personale” e, riferendosi all’Ucraina, dice che ”ha speso più di cento miliardi di dollari in un Paese al collasso sconosciuto agli americani comuni”. Medvedev accusa poi Biden di ”scaricare tutti i problemi economici degli Stati Uniti sulla Russia” con il rischio che ”può iniziare una terza guerra mondiale a causa della distrazione”.

L’Ue non sta a guardare e risponde con i fatti

Tuttavia, l’Unione Europea e gli Alleati rispondono con i fatti alle minacce di Medvedev. “Gli attacchi indiscriminati della Russia contro le città ucraine sono crimini di guerra. Questa tattica del terrore non scoraggerà l’Ucraina o i suoi partner. L’Ue e i suoi Stati membri sono al fianco dell’Ucraina e di tutti gli ucraini. E accelereranno ulteriormente la fornitura di equipaggiamento militare, compresa la difesa aerea”. Lo ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel. Intanto, il presidente russo Vladimir Putin il 21 febbraio terrà un discorso all’Assemblea Federale russa: lo ha annunciato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ripreso dalla Tass.

 

Leggi anche: Terremoto, tra Turchia e Siria le vittime sono oltre 21 mila