Mentana e Berlinguer aprono a Grillo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

“Il Pd fa la voce grossa nei tiggì Rai per poi diventare praticamente afono nella galassia dei notiziari di Mediaset. Mentre Beppe Grillo e i grillini, nonostante apparentemente respingano i microfoni, hanno trovato nel tg di Enrico Mentana e nel Tg3 i loro telegiornali di riferimento. Se invece teniamo in considerazione i tiggì di Mediaset il Pdl sembra un partito bulgaro.

Tg2 roccaforte Pdl
Negli ultimi dati pubblicati dall’Agcom il Pd è di gran lunga il primo partito nel tempo di parola (quando si parla ai microfoni) dei telegiornali Rai. A eccezione del Tg2 di Marcello Masi che si conferma il più vicino al centrodestra (39,65% Pdl contro 29,72% Pd). Al Tg1 di Mario Orfeo poco meno della metà dei politici ai quali si apre un microfono è del Pd (42,79%), contro il 29,46% del Pdl e l’11,60% dei grillini.

Tg3 tra Pd e 5 Stelle
Il Tg3 di Bianca Berlinguer è tornato telekabul con la forbice ancora più ampia tra Pd e Pdl: 46,13% a 19,17%. Addirittura il Movimento 5 Stelle (17%) è quasi sullo stesso piano del partito di Berlusconi. Mentre anche Vendola può gongolare grazie alla Berlinguer toccando il 6,83%, miglior risultato di Sel assieme a quello di Rainews.

L’equilibrio della Maggioni

Sul tempo di parola il tiggì diretto da Monica Maggioni abbassa un po’ la percentuale dei grillini (7%) ma spacca il capello tra Pd e Pdl: 40,56% per il primo; 37,64% per il secondo. È di gran lunga il più equilibrato dei telegiornali Rai.

Effetto bulgaro a Mediaset
Sempre tenendo in considerazione il solo tempo di parola, la galassia Mediaset diventa una Via Lattea per la navigazione dell’astronave Pdl: 74,30% al Tg4; 50,15% al Tg5 e 78,97% a Studio Aperto sono le percentuali riferite agli esponenti del partito di Berlusconi intervistati.

Mentana sposa Grillo
I microfoni del tg di La7 si aprono di più per le voci del Pd (37,54%) rispetto a quelle del Pdl (24,19%). Mentre va sottolineata la clamorosa apertura di Mentana a Grillo. Per il Movimento 5 Stelle la percentuale del tempo di parola a disposizione è altissima: 21,79%.

Il tempo di notizia

Per fortuna che esiste il tempo di notizia che permette ai direttori dei tiggì di fare delle virate e riportare in equilibrio (ma la regola non vale per tutti) i dati complessivi dei tempi di antenna. Perfino nei tiggì di Mediaset il Pd recupera un po’ di spazio a accorcia la forbice (il più equilibrato resta il Tg5). Alla fine il Tg1 di Orfeo usa il bilancino: 34% pari tra Pd e Pdl nel totale del tempo di antenna. Il Tg2 tiene cinque punti in più per il Pdl, il Tg3 nove in più per il Pd. Totale di tutti i tiggì del servizio pubblico: 35,20% per il Pd e 33,97% per il Pdl. Grillo sfiora il 17%.