Mentre Obama parla all’Onu

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre Obama faceva il discorso all’Onu, i terroristi hanno diffuso il video della decapitazione dell’ostaggio francese. Hervé Pierre Gourdel, ostaggio in Algeria del gruppo “Jund al-Kilafa” legato all’Isis, è stato decapitato. Lo testimonia un filmato dell’esecuzione diffuso dai terroristi. Il turista era stato rapito domenica sera. In un video i jihadisti avevano minacciato di ucciderlo entro 24 ore se Parigi non avesse fermato i raid in Iraq.

Obama all’Onu ha ribadito che “Il gruppo terroristico conosciuto come l’Isis deve essere distrutto: già 40 paesi si sono offerti di unirsi alla nostra coalizione. Chiedo al mondo di unirsi al nostro sforzo”. Il presidente americano ha anche ricordato che “l’America non sarà mai in guerra con Islam. L’Islam insegna la pace e milioni di musulmani-americani fanno parte del nostro Paese – dice – . Non è uno scontro di civiltà”.  Inoltre Obama a New York ha ringraziato i rappresentanti di Arabia Saudita, Emirati Arabi, Giordania, Barhein e Qatar, i cinque Paesi arabi che hanno preso parte all’offensiva americana in Siria contro l?isis.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA