Mercati, la parola d’ordine è “prudenza”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Le Borse europee, dopo i risultati di ieri, aprono prudenti in attesa dell’inizio della stagione delle trimestrali:  l’americana Alcoa diffonderà infatti i dati di bilancio questa sera. Parigi e Francoforte guadagnano rispettivamente lo 0,22% e lo 0,14% mentre a Milano il Ftse Mib segna +0,2%. Tra i titoli a maggiore capitalizzazione spiccano i rialzi delle banche, a partire da Intesa Sanpaolo (+0,8%) e Unicredit (+0,75%) anche se la migliore e’ Enel (+1,1%) sulle indiscrezioni di una joint venture con la cinese State Grid Corporation of China e dell’importazione di shale gas americano in Italia. In coda al listino, invece, Tod’s, che lascia sul terreno l’1%, il Banco Popolare (-0,7%) e St (-0,6%). Proseguono le vendite su Bper (-0,3%) in attesa che venga definito l’imminente aumento di capitale. Fuori dal listino principale ancora in rialzo Telecom Italia Media (+2,8%) con l’accordo sui multiplex alle porte con l’Espresso (+2,2%). Sul mercato valutario l’euro segna 1,375 dollari (sostanzialmente in linea con ieri sera). In Asia il petrolio guadagna 46 centesimi, con il Wti a 100,9 dollari al barile

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA