Mosca blocca Facebook in tutto il Paese. Il social network è accusato di “discriminare” i media russi

Facebook Russia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Servizio federale russo per la supervisione nella sfera della connessione e della comunicazione di massa ha bloccato Facebook. È quanto riportano le agenzie di stampa Tass e Interfax. L’ente ha ordinato il blocco dell’accesso al popolare social network americano, fondato da Mark Zuckerberg, in tutte il Paese.

Facebook è accusato da Mosca di “discriminare” i media russi

Le autorità russe accusano la piattaforme di Meta di “discriminare” i media russi sulla guerra in Ucraina. “La decisione di bloccare l’accesso a Facebook è stata presa oggi”, ha annunciato Roskomnadzor su Telegram. Nel mirino delle autorità russe ci sono, in particolare, le restrizioni adottate da Facebook sui contenuti della Tv del ministero della Difesa, Zvezda, l’agenzia di stampa Ria Novosti, il canale internazionale Russia Today e i siti Lenta.ru e Gazeta.ru.

Per Mosca il popolare social network viola i principi chiave della libera diffusione delle informazioni

Mosca, la scorsa settimana, aveva già annunciato “limitazione dell’accesso” e “rallentamento” del funzionamento di Facebook, in risposta alle iniziative contro i media russi. Le restrizioni, sempre secondo  il Servizio federale russo per la supervisione nella sfera della connessione e della comunicazione di massa, “violano i principi chiave della libera diffusione delle informazioni e dell’accesso senza ostacoli degli utenti russi ai media nazionali su piattaforme Internet straniere”.