Negoziati Russia Ucraina, raggiunta l’intesa sui corridoi umanitari per evacuare civili e fornire cibo e medicine. Ci sarà un terzo round

Negoziati Russia Ucraina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Le delegazioni di Kiev e Mosca hanno concordato di continuare i negoziati Russia Ucraina. Il terzo round, dopo l’incontro di oggi a Brest (leggi l’articolo), dovrebbe tenersi il prima possibile. In più Ucraina e Russia, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa russa Ria Novosti, hanno raggiunto un’intesa congiunta per istituire corridoio umanitari per consentire l’evacuazione della popolazione e la consegna di cibo e medicine.

Negoziati Russia Ucraina, Kiev e Mosca hanno concordato un terzo round di colloqui

Il capo della delegazione russa ai negoziati Russia Ucraina, Vladimir Medinsky, ha detto che sono stati fatti progressi nei colloqui. Le parti hanno concordato un format “per la creazione di corridoi umanitari e forse per il cessate il fuoco nell’area dei corridoi umanitari. E questi sono passi in avanti”.

Per ora c’è il via libera ai corridoi umanitari ma non il cessate il fuoco

Sfortunatamente i negoziati non hanno prodotto il risultato di cui Kiev “ha bisogno”, ha detto via Twitter il negoziatore ucraino, Mikhailo Podolyak (nella foto), precisando, come già annunciato dalla parte russo, che “c’è solo una soluzione per l’organizzazione di corridoi umanitari…”.

Il consigliere del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, Podolyak, annunciando l’avvio dei colloqui di oggi, aveva elencato su Twitter le questioni principali sul tavolo sono: 1) il cessate il fuoco immediato; 2) l’armistizio; 3) Corridoi umanitari per l’evacuazione dei civili dai villaggi e città distrutti o sotto bombardamenti”.