Newsroom, direttori a duello. Orfeo-Calabresi, Maggioni-Berlinguer: che sfide. Ma occhio a Morgante. La riforma accende la miccia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Saxa Rubra è in fermento. I due direttori delle newsroom da scegliere e quelli attuali delle sei testate da ridimensionare tengono banco. Per il momento però il pericolo non è imminente. Tuttavia le grandi manovre sono cominciate. Se si cercherà di dare una corsia preferenziale alle direzioni interne, Mario Orfeo resta il favorito per la prima newsroom, quella che accorpa Tg1, Tg2 e Rai Parlamento. Il suo più pericoloso antagonista potrebbe essere Mario Calabresi, attuale direttore della Stampa. Per la seconda invece, ammesso e non concesso che venga scelto un nome tra i tre che già sono direttori delle testate da accorpare (Tg3, Rainews e Tgr), Monica Maggioni e Bianca Berlinguer si sfideranno all’arma bianca. Ma occhio al terzo incomodo, il siciliano Vincenzo Morgante, amico di famiglia dal presidente Mattarella può diventare il terzo uomo tra le due litiganti. Di sicuro Orfeo qualora non dovesse essere lui il prescelto lascerebbe Saxa Rubra per tuffarsi in qualche altra avventura editoriale. Anche Bianca Berlinguer non tornerà a fare né il vicedirettore né il caporedattore. Per lei si potrebbe pensare alla conduzione di Ballarò, il talk di Raitre che non vede più Massimo Giannini sicuro di una riconferma.

LA TV REAL
Il punto di forza sarà Hair, talent sui parrucchieri con Costantino della Gherardesca. Nell’attesa però a Real Time scaldano i muscoli. C’è molta attesa per i nuovi episodi de Il Nostro Piccolo Grande Amore, il programma record d’ascolti del canale 31 (picchi di oltre 1 milione di spettatori e superiori al 7% in seconda serata). I nuovi episodi dovrebbero partire a metà marzo. Ogni domenica sera alle 23:05 via alla settima stagione. Ma la novità a cui il canale guarda con un certo interesse è Alta Infedeltà, il reality raccontato in cui saranno ricostruiti triangoli pericolosi, sospetti e bugie. Le storie, una a puntata, vengono vissute attraverso i punti di vista dell’amante, del tradito e del traditore. Si parte a metà marzo e la fascia scelta è l’access prime time.

CHEF DI RISTORANTI
Ancora un programma sulla cucina al via su Sky Uno. Questa volta però non si sfideranno gli aspiranti chef bensì i ristoratori. Toccherà allo chef Alessandro Borghese entrare nella realtà della ristorazione italiana e mettere in luce la vitalità, le problematiche, il lavoro quotidiano. 4 Ristoranti, va in onda da mercoledì 4 marzo, un format diverso dagli altri perché ha come protagonista la cucina mai rappresentata in tv, quella del mondo reale. Un programma culinario «on the road», in location sempre nuove, dal Trentino alla Basilicata, passando per Roma, Milano, la Riviera Romagnola e il Salento. Ognuna delle sei puntate del programma vedrà una sfida tra quattro ristoratori della stessa area geografica che, dopo aver mangiato nei rispettivi quattro locali, esprimeranno un giudizio sui propri competitor, valutando, in particolare, la location, il menù, il servizio e il conto. Al vincitore di ogni singola tappa andrà un premio di 5000 euro da investire nella propria attività.