Obama alza il tiro sui jihadisti: “L’Isis non vincerà”. Ma intanto i foreign fighter si moltiplicano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Obama promette, ancora una volta, di sconfiggere i jihadisti. Il presidente degli Stati Uniti lo ha ribadito durante un summit delle Nazioni Uniti sul terrorismo. Nella riunione Obama ha scandito la necessità di mettere a punto un’efficace strategia di counter terrorismo, cosa che fino ad oggi gli Stati Uniti non sono riusciti a fare, se non con risultati non troppo incoraggianti. La visione di Obama è comunque ottimista. “In Iraq e Siria l’Isis è circondato da forze che vogliono distruggerlo e abbiamo visto che può essere sconfitto sul campo di battaglia”, sostiene, aggiungendo però che servono “un governo e un Paese che lavorano in coordinamento con la coalizione”. Intanto, però, non accenna invece a diminuire il numero di foreign fighter. Secondo il segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, c’è stato “un aumento del 70%” e gli uomini arrivano “da oltre cento Paesi”.