Oggi a Roma la camera ardente del vice brigadiere Cerciello Rega. Il gip convalida gli arresti dei due 19enni americani che lo hanno ucciso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sarà aperta oggi, a Roma, a partire dalle 16.30 e fino alle 20.30, la camera ardente del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso due notti fa con 8 coltellate dopo una colluttazione con due giovani americani, ora in carcere. La camera ardente si terrà in piazza Monte di Pietà, a pochi passi dalla caserma dei carabinieri di piazza Farnese dove da anni il militare prestava servizio. Resteranno in carcere i due americani accusati dell’omicidio del vice brigadiere dei carabinieri. Lo ha stabilito ieri il gip del Tribunale di Roma che, accogliendo la richiesta della locale procura, ha convalidato il fermo di Elder Finnegan Lee e Christian Gabriel Natale Hjort. I due devono rispondere di concorso in omicidio volontatio e tentata estorsione. I due americani, di fronte al gip, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA