Padani ossessionati dalla Lamorgese. Secondo Candiani e Molteni il Ministro dell’Interno spaccia per proprie le decisioni di Salvini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I parlamentari leghisti Stefano Candiani e Nicola Molteni, entrambe già sottosegretari all’Interno col ministro Matteo Salvini, se la prendono ancora una volta con la nuova inquilina del Viminale: “Il ministro Luciana Lamorgese (nella foto) spaccia per proprie le decisioni di Matteo Salvini presentate pochi mesi fa, col cosiddetto piano di rimodulazione che interveniva massicciamente anche a favore della Capitale. Parliamo degli oltre 50 nuovi presidi della Polizia di Stato in 14 città metropolitane”. In particolare, spiegano: “Si tratta di 42 nuovi distretti di Polizia, 9 nuovi commissariati e 5 centri polifunzionali a cui si aggiungevano investimenti per 100 milioni di euro per riammodernare questure e commissariati. Altro che risposte concrete, l’unica novità sono gli sbarchi in più”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA