Paralimpiadi 2018, gli atleti russi staranno a casa. Il Comitato internazionale ha escluso Mosca dalla competizione per doping

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Niente Giochi invernali di Pyeongchang 2018 per gli atleti paralimpici russi, che non potranno partecipare nemmeno alle gare di qualificazione. A stabilirlo è stato il Comitato internazionale paralimpico (Ipc), che ha respinto all’unanimità la richiesta della Russia di poter prendere parte ai prossimi eventi. Rimane infatti in vigore la sospensione del Comitato paralimpico russo (Rpc), decisa il 7 agosto scorso, in quanto non sono state ancora messe in atto le riforme in tema di antidoping chieste dopo il recente scandalo che ha travolto la Russia.

Il Comitato internazionale paralimpico ha precisato però che la decisione “non necessariamente chiude la porta alla possibile partecipazione della Russia ai Giochi del prossimo anno”. Se infatti il Comitato paralimpico di Mosca “continuerà a collaborare pienamente con la task force dell’Ipc e a soddisfare in pieno i criteri per il reintegro prima di Pyeongchang 2018 la sospensione sarà tolta”.