Prezzi benzina, nuovi tagli e proroga sconto fino a settembre. I sindacati protestano: “Risorse insufficienti”

Prezzi benzina, sconti importanti nelle ultime ore in Italia con la possibile proroga del taglio sulle accise fino al mese di settembre.

Prezzi benzina, calo e sconti nelle ultime ore per il carburante in Italia. Intanto, lo sconto sulle accise dovrebbe essere prorogato fino al mese di settembre. nonostante ciò, i sindacati protestano perché non è abbastanza.

Prezzi benzina, nuovi tagli e proroga sconto fino a settembre. I sindacati protestano: “Risorse insufficienti”

Prezzi benzina, nuovi tagli e proroga sconto fino a settembre

Si registrano nelle utile ore un calo dei prezzi per diesel e benzina. Stando alla rilevazione di Staffetta Quotidiana, Eni ha ridotto di tre centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Per IP, Q8 e Tamoil registriamo ribassi di 2 cent/litro su benzina e diesel. Le medie dei prezzi dell’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico vedono la benzina self service a 1,862 euro/litro (-14 millesimi, compagnie 1,864, pompe bianche 1,858), il diesel a 1,841 euro/litro (-13, compagnie 1,843, pompe bianche 1,837). Gpl servito a 0,813 euro/litro (-4, compagnie 0,824, pompe bianche 0,808), metano servito a 2,371 euro/kg (+82, compagnie 2,391, pompe bianche 2,356), Gnl 2,457 euro/kg (+215, compagnie 2,548 euro/kg, pompe bianche 2,402 euro/kg).

Inoltre, gli sconti dovrebbero essere prorogati fino al 20 settembre, un mese in più rispetto all’ultima proroga, pari a 30 centesimi Iva inclusa, che era stata fissata al 21 agosto. Per la misura si prevede uno stanziamento di 900 milioni di euro, secondo quanto emerso nell’incontro con i sindacati.

I sindacati protestano: “Risorse insufficienti”

Incontro con i sindacati che però non è andato come previsto. “L’incontro non è andato bene. Per quello che ci riguarda” l‘intervento sul cuneo e sulle pensioni previsto nel dl aiuti bis “è poco più di un’elemosina”. Questo il commento del segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri al termine dell’incontro al Mef sul decreto.

“Sul piano quantitativo è del tutto insufficiente. Un miliardo ai lavoratori e 1,5 miliardi ai pensionati su 14,3 miliardi di manovra. Stiamo parlando di cifre assolutamente insufficienti ad affrontare il problema”, ha detto a sua volta il segretario della Cgil Maurizio Landini. “Non ci siamo. Visto che il cdm non si è ancora riunito, chiediamo che affrontino in modo diverso questa situazione”, ha aggiunto.

Leggi anche: Soverato, una lavoratrice chiede la paga e viene presa a calci dal datore di lavoro. Il video-denuncia diventa virale sul web

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram