Quando l’Inps chiede indietro un centesimo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Succede anche che l’Inps chieda a un pensionato 84enne la restituzione di un centesimo, percepito in eccesso nel periodo 1 gennaio 1996-31 dicembre 2000 poiché “l’ammontare dei redditi personali è superiore ai limiti della legge 335 del 1995”. E’ accaduto a Riccione come riportano le testate locali. La raccomandata è stata spedita dalla sede di Roma a Emilio Casali e indica anche “la possibilità di rateizzare il rimborso”. Il figlio, Claudio, critica le spese legate all’invio: “Non pago o chiedo la rateizzazione”. E dopo le polemiche rimosso il dirigente responsabile della richiesta.