Rapina in gioielleria a Frattamaggiore, svolta nelle indagini: arrestati tre componenti della banda. Uno di loro è rimasto ferito nella sparatoria

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Svolta nelle indagini sulla rapina in gioielleria nel corso della quale, sabato 11 febbraio, a Frattamaggiore, in provincia di Napoli, un commerciante  ha ucciso uno dei banditi. Tre persone, rispettivamente di 27, 29 e 41 anni, sono state arrestate per la rapina. Ma c’è di più: adesso si scopre che uno dei fermati è ferito. Un colpo di arma da fuoco, che appare riferibile proprio al giorno dell’assalto alla gioielleria. Il bilancio quindi sarebbe: un morto, un ferito, quattro arrestati. E il gioielliere, bersaglio della rapina,  indagato per omicidio colposo.

Sono cinque i componenti della banda entrata in azione in corso Durante, a Frattamaggiore. Raffaele Ottaiano è stato ucciso dal gioielliere, Luigi Corcione, 32 anni. Luigi Lauro, 28enne di Crispano, è stato arrestato dalla Polizia in flagranza di reato. Le indagini poi hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico degli altri due autori materiali e di un quinto soggetto che aveva avuto il ruolo di “palo”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA