Record di violazioni a Pasquetta. Oltre 16mila multati e 29 denunciati per aver eluso la quarantena. Controllate 252mila persone e 62mila esercizi commerciali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Record di denunciati e sanzionati a Pasquetta nell’ambito dei controlli per il rispetto delle misure di contenimento del Coronavirus. Sono 16.545 – informa il Viminale -, pari al 20,2% in più rispetto al giorno di Pasqua, le persone sanzionate per aver violato i divieti di spostamento, 88 i denunciati per aver fornito false dichiarazioni e 29 i soggetti (positivi al Covid-19) denunciati per violazione della quarantena. Nell’ambito degli stessi controlli le forze dell’ordine hanno identificato 252.148 persone e ispezionato 62.391 esercizi commerciali con 146 titolari di attività denunciati e 63 per cui è stata disposta la chiusura.

Secondo i dati diffusi dal Viminale, tra Pasqua e Pasquetta, i controlli hanno riguardato complessivamente 465.713 persone, 30.301 delle quali (il 6,5%, contro una media dei giorni feriali che oscilla tra il 3 e il 4%) risultate non in regola. Il giorno di Pasqua erano state controllate 213.565 persone e 60.435 tra esercizi ed attività commerciali. Le persone sanzionate, per non aver rispettato le misure sugli spostamenti, erano sono state 13.756, quelle denunciate per aver attestato il falso nell’autodichiarazione sono state 100 e 19 quelle denunciate per aver violato la quarantena imposta dalla positività al virus. 121, invece, gli esercenti sanzionati e 47 le attività chiuse. Dall’11 marzo sono state controllate oltre 7 milioni di persone e 3 milioni di attività.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA