Recovery Fund, la Meloni fa scena muta e il grillino Giarrusso la sbeffeggia: “In Europa i sovranisti non contano nulla perché sanno solo dire no”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Farebbe un po’ tenerezza leggere oggi un’intervista a Giorgia Meloni in cui si prende meriti che non ha, invece fa rabbia perché come spesso accade, la ex-ministra del governo che firmò il Mes qui a Bruxelles nel 2011, mente agli italiani”. Parola dell’europarlamentare M5S, Dino Giarrusso, che ricorda la posizione tenuta da FdI nelle ultime settimane. “Fratelli d’Italia – ricorda l’eurodeputato pentastellato – si è astenuto al Parlamento europeo sul Recovery Fund, puntavano sul fallimento del progetto europeo e del governo italiano e invece oggi c’è sul tavolo un piano poderoso che potrebbe portare oltre 170 miliardi di euro all’Italia, molti dei quali a fondo perduto”.

“Grazie al lavoro diplomatico del governo Conte e del Movimento 5 Stelle oggi siamo a un passo da una svolta storica, un risultato inimmaginabile fino a qualche settimana fa, loro invece masticano amaro e sono costretti ad arrampicarsi sugli specchi”. La verità, secondo Giarrusso, è un’altra: “Che i sovranisti sono irrilevanti in Unione europea, non contano nulla perché sanno solo dire no, senza mai proporre nulla di costruttivo e questo adesso è chiaro agli occhi dei cittadini. Noi abbiamo fatto bene e Ursula Von der Leyen ce lo riconosce”, conclude l’esponente del Movimento 5 Stelle.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA