Renzi abbraccia Hollande e scalcia la Merkel

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il premier Matteo Renzi oggi è a Londra. A Downing Street ha incontrato il primo ministro britannico David Cameron. Per poi, nel pomeriggio tenere un discorso alla City di Londra.

“Sono dalla parte della Francia. I Paesi non vanno trattati come studenti”, ha detto Renzi. “Rispetto la decisione di un Paese libero e amico come la Francia, nessuno deve trattare gli altri Paesi come si trattano degli studenti”, ha aggiunto il premier a Londra rispondendo alle polemiche sulla decisione di Parigi di rinviare il rientro al 3%. “Io sto con dalla parte di Francois Hollande e Manuel Valls”, ha aggiunto. La fecciatina alla Merkel non passa certo inosservata.

“Noi rispettiamo i limiti che ci siamo dati del 3%”, ha risposto il premier a chi gli chiedeva di commentare le decisioni della Francia sui conti e le polemiche che ne sono seguite. Renzi ha affermato di appoggiare Parigi: “Ma naturalmente per l’Italia la situazione è diversa: noi rispettiamo i limiti che ci siamo dati del 3%”.

“Sono qui per presentare i risultati delle riforme”, ha spiegato il premier