Renzi-Merkel, che intesa. E ora avanti con le Riforme. Faccia a faccia ufficiale oggi sotto il David di Michelangelo. Il premier in pressing sulla flessibilità

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Angela Merkel promuove l’Italia nel faccia a faccia a Firenze con il premier Matteo Renzi. Anche la cancelliera tedesca ha commentato positivamente le ultime mosse della Banca centrale europea. Renzi guarda oltre e non si ferma: “Dall’Ue arrivano i primi segnali positivi, ma non bisogna bloccare le riforme nei singoli Stati. Non si può bloccare il percorso riformatore anzi questo percorso va accelerato. In 11 mesi abbiamo portato avanti una fase di riforme straordinaria”, ha aggiunto annunciando nuove misure su “scuola e innovazione” da oggi a un mese. “L’Italia – ha insistito – può e deve mettere il turbo alle riforme. Guai a chi pensasse di scalare marcia, credendo che quello che sta accadendo a Francoforte o a Strasburgo possa permettere un rallentamento del percorso riformatore. Anzi, questo impone di andare ancora più velocemente, di essere ancora più determinati”. Riforme commentate positivamente pure dalla Merkel: “E’ un piano molto ambizioso e molto importante, un processo lungo che sono sicura porterà risultati”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA