Caso Genovese, la Camera dice sì all’arresto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

La Camera ha votato sì a maggioranza all’arresto del deputato Pd Francantonio Genovese. La proposta favorevole alla misura cautelare in carcere, presentata dalla Giunta per le Autorizzazioni di Montecitorio, ha ottenuto 371 voti favorevoli e 39 voti contrari. Il deputato, accusato di associazione a delinquere, riciclaggio, peculato e truffa ora si costituirà a Messina, sua città di residenza.

In aula è andato in scena un nuovo scontro Boldrini-M5s: il deputato Alessio Villarosa, nel suo intervento sul caso Genovese, si è rivolto alla presidenza e alla maggioranza, accusandoli di strumentalizzare i nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: “Vergognatevi”, è l’intimazione del grillino. “La smetta”, lo richiama Boldrini, prima di lasciargli concludere l’intervento tra le urla provenienti soprattutto dai banchi del Pd.