Riecco Pisapia col Campo Progressista. L’ex sindaco di Milano vuole unire la sinistra extra Pd per dialogare con Renzi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si era tirato fuori dai giochi di Palazzo Marino dopo cinque anni di amministrazione. E con tanti rimpianti da parte dell’elettorato di sinistra e non solo con attestati di riconoscimento per come era riuscito a rilanciare la città di Milano. Ma che Giuliano Pisapia non avesse altre ambizioni era sembrato strano a tutti. Sin da subito. Forse l’ex sindaco della città meneghina stava soltanto aspettando il momento opportuno per rilanciare il proprio impegno. Più che un segnale è stato lanciato oggi con un’intervista rilasciata da Pisapia al quotidiano La Repubblica. L’ex sindaco ha lanciato Campo Progressista:  “un’idea per arrivare al governo”. Pisapia apre al dialogo con il Pd di Matteo Renzi a patto che vengano messi da parte i Verdini e gli Alfano vari.

“Io penso che ormai non si possa più andare avanti così. Forse febbraio è troppo presto, ma è ora che si vada a elezioni. Ed è indispensabile che non ci si vada con queste leggi elettorali”, ha detto Pispapia a Repubblica, “Renzi dovrebbe scegliere se guardare a un’alleanza a sinistra, formando un centrosinistra, o un’alleanza con il Nuovo Centro Destra. Serve un’alleanza aperta, diamole un nome: Campo Progressista, che riunisca le forze di sinistra in grado di assumersi una responsabilità di governo”. Già due gli eventi realizzati dal Campo Progressista con i principali interlocutori che sembrano essere i sindaci di Bologna, Virginio Merola Massimo Zedda di Cagliari. E spazio ovviamente per chi voglia dialogare nella sinistra del Pd e in Sel.

 

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA