Riforma della Rai, di tutto di più

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

La riforma della Rai si farà. La vuole Renzi. Entro il 15 dicembre il dg Gubitosi restringerà il perimetro dell’informazione, poi toccherà all’amministratore unico scelto dal premier completare la riforma. Quello che appare certo è che la Rai subirà una cura dimagrante storica. Nell’arco di un anno un migliaio di lavoratori lasceranno l’azienda, 300 dei quali saranno giornalisti. In pratica una sforbiciata quasi del 20% rispetto ai redattori tuttora in servizio. Nella rete degli esuberi entreranno anche i 58enni. L’aria che si respira a Viale Mazzini è simile a quando c’è un pentolone che bolle sul fuoco. Da un momento all’altro potrebbe arrivare l’eruzione. Le redazioni sono in fermento e tutti si raccomandano ai santi protettori.

BALIVO CONTRO I TALK
Per Floris e Giannini arriva un altro pericolo. Un ennesimo competitor che dal 25 novembre potrebbe far scendere ancora la colonnina dello share. Raidue schiera ai nastri di partenza Il più grande pasticcere, il nuovo talent riservato appunto ai pasticceri e condotto da Caterina Balivo. Nel corso delle 5 puntate in prima serata si daranno battaglia ben 10 concorrenti a caccia del titolo.

DOLCE CLERICI
Sta risalendo la china Dolci dopo il Tiggì, il programma di Antonella Clerici che va in onda su Raiuno dopo il Tg1 delle 13 e 30. A vederlo sono più di un milione e mezzo di spettatori per uno share che ha varcato la soglia della doppia cifra (10%). Il direttore di Raiuno, Giancarlo Leone ha vinto un’altra scommessa.

RAITRE MATTINO D’ORO
Si dice che il buongiorno si vede dal mattino. Ma il vecchio adagio non vale per Raitre. Perché se lo share del mattino di Agorà (7,5%) ha l’oro in bocca, durante il giorno la colonnina scende di brutto. In pochi fanno meglio di Gerardo Greco. Solo i pilastri della rete: Fazio, Sciarelli e Gabanelli. Greco ha una media share superiore anche al Ballarò di Giannini.

LA STRISCIA DI GREGGIO
Come torna Ezio Greggio Striscia la Notizia cresce negli ascolti. Poi se fa coppia con Michelle Hunziker non c’è trippa per gatti. Lunedì scorso il competitor Affari tuoi è stato staccato di quasi 300 mila telespettatori. Mediamente Striscia è stato visto da 6 milioni di ascoltatori per uno share del 20,68%.

VOLA
PALOMBA
Continuano i buoni risultati di Forum, il programma doc di Canale 5 che ha visto in Barbara Palombelli un’ottima padrone di casa, che non sta facendo affatto rimpiangere Rita Dalla Chiesa. Lo share viaggia intorno al 18%.

DIGITALE E SKY IN CRESCITA
Ormai le sette reti generaliste non fanno più la voce grossa sulla concorrenza. In prima serata continuano a cresce gli ascolti di alcune reti del digitale e della pay. Anche quando non ci sono partite di cartello. Lunedì sera il vecchio film di Hitchcock Delitto perfetto su Iris ha fatto il 2,3% di share. bene /2,2%) anche Rai movie e il bouquet Sky (7,2%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA