Riforme, Renzi annuncia il turbo: avanti con o senza Forza Italia. Ma al Senato sarà necessaria sempre la conta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Matteo Renzi mette il turbo. Almeno nelle intenzioni. Perché volendo o no dopo la partita del Quirinale dovrà fare i conti con i numeri e con i partiti. Al di là dell’ultimo annuncio odierno. “Avanti tutta con le Riforme, se Forza Italia ci sta bene altrimenti avanti anche da soli”, dice il presidente del Consiglio. Discorso che può essere vero alla Camera, non certo al Senato do ve i numeri non sono certo a favore di Renzi e del Governo. Azzurri a parte il premier afferma di non voler stare a trattare con i partitini. Ma questo al Senato forse sarà necessario perché numeri alla man, sempre che Forza Italia alla fine non decida di rinnovare il Patto del Nazareno, la conta sarà necessaria più che mai altro che. Non a caso oggi Renzi fa riferimenti di nuovo al Movimento 5 Stelle: “Sono su una sorta di Aventino, decidano cosa fare”. Senza dimenticare che pure il Nuovo centrodestra è tutt’alto che compatto dopo l’elezione del Capo dello Stato.