Rimini, baby gang dopo la rissa sul Garda lancia una nuova minaccia su TikTok: “Torniamo”

Rimini, baby gang minaccia e la Riviera trema. Nelle ultime ore, sono circolati dei messaggi minacciosi sui social.

Rimini, baby gang pronta a tornare: la minaccia di nuove violenze, nelle ultime ore, sono circolate sul social di TikTok. Dopo i disordini a Peschiera del Garda, torna di nuovo la paura in Riviera.

Rimini, baby gang dopo la rissa sul Garda lancia una nuova minaccia su TikTok: “Torniamo”

Rimini, baby gang, rieccola dopo la rissa sul Garda

Un raduno trap a Peschiera del Garda che si è tenuto lo scorso 2 giugno e si è concluso in una rissa. Tantissimi ragazzi si erano dati appuntamento su TikTok per una festa all’insegna della musica trap. Tuttavia, è dovuta intervenire la polizia in tenuta antisommossa.

Inoltre, sempre il 2 giugno nel pomeriggio un gruppo di ragazze (tre di Milano e due di Padova) sono salite a bordo del treno partito da Peschiera del Garda, in provincia di Verona, per raggiungere il capoluogo lombardo, dopo aver trascorso la giornata a Gardaland.

Durante il viaggio, le ragazze hanno subito molestie sessuali da parte di un gruppo di giovani che sono stati descritti come “nordafricani”. Gli aggressori avrebbero insultato le ragazze, tutte di età comprese tra i 16 e i 17 anni, e avrebbero cercato di palpeggiarle nelle parti intime. Le vittime, accerchiate dai molestatori, sono riuscite a scendere dal treno alla fermata di Desenzano e hanno sporto denuncia.

Dopo tutto questo, ecco che i protagonisti della rissa sono tornati alla riscossa, minacciando di tornare sempre con risse, devastazioni, vandalismi. Purtroppo in Riviera, non sono nuovi questi episodi e gruppi di giovani violenti.

Lanciano una nuova minaccia su TikTok: “Torniamo”

Nelle scorse ore, alcuni dei ragazzi artefici della rissa a Peschiera del Garda sono tornati a farsi sentire lanciando nuove minacce: Peschiera era solo il riscaldamento, vedremo a Riccione come sarà”. Ed ancora: “Questo è stato solo un assaggio, ci becchiamo a Riccione. Sono alcuni dei messaggi, accompagnati dall’immancabile icona della bandiera del Marocco, rimbalzati in queste ore sui social network.

Ecco, dunque che verrà alzato il livello di allerta e sicurezza per cercare se non di prevenire ma di controllare questi fenomeni di violenza. “Si tratta di un fenomeno che gli esperti dei dipartimenti del Ministero dell’Interno stanno monitorando con la massima attenzione in collaborazione con il nostro personale – spiega il questore di Rimini, Rosanna Lavezzaro –. Anche per questo weekend abbiamo programmato dei servizi di controllo straordinari del territorio, che si focalizzeranno in particolar modo sui luoghi sensibili del litorale, partendo dalle stazioni. Quello in arrivo sarà un fine settimana particolare, che ci vedrà impegnati su vari fronti: dalla gestione dell’ordine pubblico alle consultazioni elettorali di domenica fino ad arrivare alle gare della Superbike a Misano. Siamo pronti a garantire il presidio del territorio nel migliore dei modi, grazie anche all’impiego di unità di supporto”.

Leggi anche: Raduno trap, convocato su TikTok finisce in rissa a Peschiera del Garda: cos’è successo

Pubblicato il - Aggiornato il alle 17:06
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram