Il presidente iraniano Rouhani ammette: “Il Boeing 737 dell’Ukraine Airlines è stato abbattuto per errore”. Scambiato per un aereo nemico

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’aereo della compagnia Ukraine International Airlines, precipitato mercoledì scorso a Teheran subito dopo il decollo è stato abbattuto per errore. L’ammissione arriva dal presidente iraniano Hassan Rouhani con un post sul suo account Twitter. “La Repubblica islamica dell’Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso. Le indagini proseguiranno per identificare e perseguire gli autori di questa grande tragedia e questo sbaglio imperdonabile, che verranno processati”. Le Forze armate iraniane precisano in una nota che si metteranno in atto “riforme essenziali per evitare simili errori in futuro”. Sul volo PS752, un Boeing 737, c’erano 176 persone, 167 passeggeri e nove membri dell’equipaggio. Nessuno di loro è sopravvissuto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA