Salah era pronto a colpire anche a Bruxelles. Spunta un altro terrorista introvabile coinvolto nella stragi: è un cittadino siriano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

C’è un nuovo ricercato per gli attacchi a Bruxelles. SI tratterebbe di un cittadino siriano: Naim Al Hamed, 28 anni, il nome compare su una lista di cinque principali sospettati introvabili, che si presume siano stati coinvolti negli attentati del 13 novembre a Parigi e in quelli di martedì a Bruxelles. La notizia era stata pubblicata ieri dai media spagnoli e ripresa oggi dalla Dh. L’uomo viene descritto come “molto pericoloso e forse armato”.

LE INDAGINI – I jihadisti dell’Isis stavano preparando probabilmente un attacco multiplo a Bruxelles in stile Parigi, in cui Salah avrebbe dovuto sparare in città. Altro particolare inquietante che spunta fuori dalle indagini è che un poliziotto avrebbe avuto l’indirizzo di Salah Abdeslam da 3 mesi. L’agente avrebbe inserito l’indirizzo in un rapporto confidenziale destinato alla cellula antiterrorismo della polizia giudiziaria federale di Bruxelles. Rapporto che però non sarebbe stato mai trasmesso.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA