Salerno, De Luca si riprende la poltrona di sindaco. Il Tar accoglie il ricorso sospendendo il provvedimento fino alla discussione nel merito del 19 febbraio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vincenzo De Luca non schioda. E in poche ore il Tar gli restituisce la poltrona di primo cittadino della città di Salerno. Accolta dai giudici amministrativi la richiesta di sospensione con il reintegro nelle sue funzioni del sindaco e udienza fissata al prossimo 19 febbraio. Nel ricorso è stata sollevata anche una eccezione di incostituzionalità della legge Severino, chiedendo l’emanazione di un decreto monocratico nelle more dell’udienza collegiale. A firmare il decreto di sospensione di De Luca dalla carica di sindaco era stato nei giorni scorsi il vice prefetto di Salerno, Giovanni Cirillo, dopo la condanna a un anno di reclusione e a un anno di interdizione dai pubblici uffici, con pena sospesa, emessa dal Tribunale di Salerno per abuso di ufficio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA