Salvini dice che ha sentito i ristoratori di #ioapro. Eppure uno di loro ha detto che li ha traditi

umberto carriera matteo salvini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Li ho sentiti.  Ci saranno alcuni incontri con esponenti di governo della Lega, ho invitato alla calma e al rispetto delle leggi e delle forze dell’ordine”. Questo ha detto Matteo Salvini a proposito dei ristoratori di #ioapro. Forse perché non ricorda che uno di loro ha detto che li ha presi in giro.

Salvini dice che ha sentito i ristoratori di #ioapro. L’ultimo aveva detto che li ha presi in giro e basta

“Sono persone che chiedono solo di poter lavorare, li ascolto sempre con estrema attenzione”, ha detto Salvini ai giornalisti.  E ancora: il 2 giugno come data “va bene per una riapertura generalizzata”. Ma “dove la situazione sanitaria è sotto controllo per me bisogna aprire già domani”, ha aggiunto a margine di una visita a Mind, il Milano Innovation District in costruzione nell’ex area Expo. Salvini tornerà a Roma in serata e dunque non sarà alla manifestazione organizzata (senza autorizzazione) dai ristoratori di Ioapro. “Ma li ho sentiti ieri e oggi – ha spiegato -. Ci saranno incontri con ministri della Lega e li ho invitati alla calma e all’ordine. Ma vogliono solo lavorare”.

Eppure Umberto Carriera, il ristoratore di Piazza Montecitorio che era spesso ospite delle dirette di Matteo Salvini, in un’intervista al Fatto Quotidiano nei giorni scorsi lo ha rinnegato. “Da Matteo ci sentiamo traditi. va bene il populismo, va bene cavalcare l’onda, ma non si può scherzare con decine di migliaia di famiglie”. Il motivo della rottura è questo: “Era stato lui ad avvicinarmi a gennaio dicendo che voleva supportare le nostre iniziative, ci siamo anche visti in Senato. Poi il 2 marzo, quando è arrivato in aula l’emendamento di Fratelli d’Italia per tenere i ristoranti aperti fino alle 22 in zona gialla, Salvini e i leghisti si sono astenuti”.

Una presa in giro: “Gli ho scritto su Whatsapp e mi ha risposto con un messaggio ridicolo su zona gialla e zona arancione. Non ci si comporta così. Va in televisione dalla D’Urso, da Giordano e da Giletti a dire ‘apro apro apro’, poi quando è il momento si nasconde dietro la zona arancione. Fare lo splendido sul destino di migliaia di famiglie mi sembra assurdo”.

Il video di Carriera

Nei giorni scorsi era all’opera a Montecitorio, e a beccarlo è stato la pagina Commenti Leghisti. “Vi ricordate di Umberto Carriera, il “ristoratore ribelle” amico di Salvini della campagna #ioapro? – scriveva la pagina Instagram – “Eccolo qua che in diretta da Roma aizza la folla: “Siamo pronti a sfondare! Andiamo a sfondare ‘sta piazza di mer*a!”. Ovviamente il Cuordileone non compare tra i tafferugli e le botte. Insomma, la solita storia dell’”armiamoci e partite!””.

Ah, Carriera (insieme a tutti i ristoratori che stanno protestando ora a Roma) sta protestando contro il Governo. E ora che Capitan Selfie fa parte del “Governo-Dittatura”, era giusto trovarsi un nuovo amico: Vittorio 🐐 Sgarbi. Passo e chiudo.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA