Salvini prova a incassare il colpo. I commercialisti della Lega arrestati? “Persone oneste e corrette. Si risolverà in un nulla”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Siamo tranquillissimi, da anni cercano soldi in Russia, in Svizzera, a San Marino, in Lussemburgo, Liechtenstein, ma non ci sono. Conosco due delle tre persone, sono persone oneste, corrette e quindi dubito che abbiano chiesto o fatto qualcosa di sbagliato. Pero’, ho piena fiducia nella magistratura “. E’ quanto ha detto a Radio anch’io il segretario della Lega, Matteo Salvini, commentando la notizia degli arresti nell’ambito dell’inchiesta sulla Lombardia Film Commission. “Io stesso – ha detto ancora il leader del Carroccio – vado a processo e sarà un processo politico. La Lega i soldi che prende, li prende per le donazioni degli italiani, non andiamo a chiedere soldi ai russi, ai film… Ma rispetto tutti e siamo tranquilli. Conto che si risolverà in nulla. Lei si ricorda del senatore Siri, per mesi sui giornali come la persona più cattiva e truffaldina del mondo? Ne ha più sentito parlare? No, perché non ha fatto niente”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA