Sondaggi politici: Conte leader più amato, la fiducia in Draghi scende di 5 punti in un mese

sondaggi politici oggi 9 aprile giuseppe conte
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Giuseppe Conte è al primo posto nella fiducia nei leader anche nei sondaggi politici di Index Research pubblicati ieri da Corrado Formigli durante Piazzapulita. Mentre in quelli di Nando Pagnoncelli per DiMartedì Conte è accreditato della fiducia di più della metà della popolazione, nella rilevazione di ieri l’Avvocato del Popolo è a quota 37, guadagna un punto rispetto alla settimana precedente ed è tallonato da Giorgia Meloni che è al 36.

Sondaggi politici: Conte leader più amato, la fiducia in Draghi cala

C’è però un altro elemento interessante nei sondaggi politici di Index Research. Ovvero il calo nella popolarità di Mario Draghi e del suo governo. L’ex banchiere infatti è attualmente accreditato del 59,8% di approvazione. Un risultato ragguardevole, si direbbe a prima vista, se non fosse che il 4 marzo, poco più di un mese va, la fiducia invece era quasi al 64%. In pratica Draghi ha perso cinque punti di fiducia personale in 35 giorni. E anche il suo governo arranca, visto che oggi è al 44,3% mentre poco più di un mese fa era al 46,7%.

Le ragioni del calo sono piuttosto semplici da indagare, visto che sempre secondo il sondaggio gli italiani sono critici nei confronti del governo a causa delle riaperture. Ovvero, secondo il campione di Index Research il 48% degli italiani pensa che bisognasse riaprire prima mentre solo il 41% è d’accordo con la tempistica indicata dal governo (e il 6.3% pensa che servirebbe tenere ancora più chiuso). Gli italiani sono anche più preoccupati per la situazione economica che per la loro salute. E questo non può che essere un dato che a Palazzo Chigi dovrebbero prendere in seria considerazione.

sondaggi politici oggi index research piazzapulita 9 aprile

Dopo Conte e Meloni nella classifica dei leader al terzo posto svetta Enrico Letta al 33, sopra di ben quattro punti rispetto al leader della Lega Matteo Salvini. Che a sua volta è molto distanziato da Luigi Di Maio, oggi al 18. Ma entrambi sono in calo di un punto, così come Carlo Calenda (al 17) e Silvio Berlusconi (al 16). Matteo Renzi, come spesso succede, chiude all’ultimo posto la classifica con una percentuale di 11. Che è la stessa dal 28 gennaio scorso.

Sondaggi politici oggi: Conte leader più amato anche per Ipsos

Il sondaggio di Euromedia Research per Porta a Porta pubblicato il 7 aprile scorso dà invece la Lega come primo partito al 22,1%, -0,7% rispetto alla rilevazione precedente. Il Partito Democratico è invece al 19,4% e guadagna 3,1 punti percentuali. Secondo la rilevazione di Alessandra Ghisleri al terzo posto in graduatoria c’è Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni con il 17,6% (+1,1%) mentre il MoVimento 5 Stelle è stabile al 17,4%. Molto staccata è Forza Italia con il 7,2% (-0,4%), seguita a sua volta con ampio distacco da Azione di Carlo Calenda (3,8%, -0,5%), Liberi e Uguali (2,8%, -0,7%), Italia Viva di Matteo Renzi con il 2,5% (-0,2%) e i Verdi all’1,7%. Chiude la classifica Più Europa all’1,5%.

Nando Pagnoncelli ha illustrato nei giorni scorsi i risultati della rilevazione per DiMartedì di Giovanni Floris. La rilevazione sulle preferenze nei confronti dei partiti dice che la Lega è al 22%, il Partito Democratico la tallona con il 20%, mentre subito dopo, praticamente attaccati, ci sono Fratelli d’Italia (18%) e Movimento 5 Stelle (17,8%). Segue Forza Italia con il 7,7% e, molto più distanziata, Italia Viva con il 2,3%. Poi ci sono Azione! con il 2,2%, Sinistra Italiana con l’1,8% (stessa percentuale di Europa Verde) e + Europa con l’1,6%. Chiude la fila delle preferenze il partito del ministro della Salute Roberto Speranza, Articolo Uno – MdP, con l’1%. Le altre liste sono accreditate di un 3,8%.

Ipsos ha sommato anche il valore degli schieramenti: il centrodestra (Lega, Fdi, FI) si attesta al 47,7% delle preferenze. Il centrosinistra con il Movimento 5 Stelle, ovvero l’alleanza giallorossa che ha retto il Conte Bis, arriva al 40,6%. Il gradimento dei leader politici invece vede il trionfo di Conte, indicato con il 53% delle preferenze, seguito da Speranza con il 39% e Giorgia Meloni con il 37%. Seguono Enrico Letta con il 34% che supera Matteo Salvini, ancorato al 33%. Negli ultimi posti Vito Crimi (17%) supera in popolarità Matteo Renzi (11%). Il livello di gradimento per Mario Draghi è al 61% mentre quello del suo governo è più basso: 57%.

I sondaggi di Swg per il Tg di La7

I sondaggi politici di Swg illustrati martedì sera dal direttore del Tg di La7 Enrico Mentana invece danno la Lega al 22,8%, in crescita dello 0,2% mentre il Partito Democratico perde lo 0,4% ed è al 18,4%. Fratelli d’Italia perde lo 0,1 ed è al 17,6% mentre il MoVimento 5 Stelle guadagna qualcosa e approda al 17,5% tallonando il partito di Giorgia Meloni. Piuttosto staccata anche qui Forza Italia (6,8%) ma in crescita (+0,3%), così come Azione che arriva al 3,5% e Sinistra Italiana al 2,7% (+0,2%).

Italia Viva è al 2,4% e guadagna lo 0,2% mentre i Verdi perdono lo 0,4% e sono all’1,9%. Più Europa guadagna lo 0,1% ed è all’1,8% mentre Mdp – Articolo Uno è all’1,7% e perde uno 0,3%. Cambiamo! di Giovanni Toti è all’1% (-0,3%). la Lega intanto ha perso dieci punti percentuali nei sondaggi politici in un anno. Il Carroccio ha avuto un crollo costante, accentuato nell’ultimo anno, da quando è iniziata la pandemia. Da inizio 2020 ha perso ben dieci punti percentuali nelle intenzioni di voto. Nel gennaio 2020 la Lega veleggiava intorno al 32% mentre secondo l’ultima supermedia settimanale di Youtrend il Carroccio è sceso sotto la soglia psicologica del 23%, pur rimanendo il primo partito: oggi è al 22,9%, il minimo storico negli ultimi tre anni.