Spese social ai tempi del Coronavirus. De Luca straccia Renzi e Salvini. Dal 10 marzo il governatore campano ha investito 15mila euro. Il leader leghista è letteralmente sparito dai radar

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È difficile comprendere quali possano essere le strategie di comunicazione politica – che pure inevitabilmente devono andare avanti – in momenti drammatici come quelli che stiamo vivendo. Possiamo farci, però, un’idea di come la politica si stia muovendo andando a guardare le sponsorizzazioni attive su Facebook e, soprattutto, quanto (e se) i nostri politici hanno speso negli ultimi giorni. E in effetti le sorprese non mancano. Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, infatti, è letteralmente scomparso dai radar Matteo Salvini. Il Capitano ha sempre dedicato grande attenzione (e un corposo gruzzoletto) alle campagne social e alla sponsorizzazione dei suoi post. Il Capitano è senza ombra di dubbio non solo il personaggio politico più seguito ma anche quello che più ha speso su Facebook: da quando la sua pagina è attiva, le sponsorizzazioni gli sono costate 253mila euro. Negli ultimi sette giorni, però, non ha lanciato un solo post pubblicizzato. Anzi: gli ultimi soldi spesi sui social risalgono al 23 febbraio.

EROE DEL WEB. A spodestare il posto di Salvini è un nome insospettabile: quello di Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania, infatti, soltanto negli ultimi 7 giorni ha speso più di 15mila euro. Per carità: i post in sponsorizzazione invitano gli utenti a seguire l’attività del presidente della giunta regionale in un momento in cui è vitale restare aggiornati. Ma il discorso non cambia: De Luca in questo periodo vuole che lo si segua assiduamente. Forse – si chiedono i maligni – anche per l’avvicinarsi delle elezioni regionali in Campania? Chissà. E in ogni caso sarebbe comunque lecito. L’unica certezza arriva dai numeri. E i numeri dicono che negli ultimi 30 giorni la pagina di De Luca è seconda in fatto di sponsorizzazioni soltanto a “Save The Children Italia” con ben 41.330 euro spesi.

E non è poca roba se si pensa che, da quando esiste la pagina Facebook dedicata al governatore campano (14 dicembre 2008), sono stati spesi 47mila euro. In pratica oltre il 95% è stato sborsato negli ultimi 30 giorni. C’è da dire, peraltro, che i modi dello “Sceriffo” non consentono che De Luca possa passare inosservato. Da sempre è un personaggio che per i suoi modi diretti divide: o piace o irrita. E non a caso proprio in questo periodo, per la fermezza con cui sta affrontando l’emergenza, sono nate una serie di pagine che inneggiano a De Luca, anche in chiave ironica. Girano sui social e su WhatsApp video con De Luca nei panni di Robocop, e foto dei famosi “Imprevisti” di Monopoli con su scritto: “De Luca ti ha trovato. Paga 206 euro”.

STRANO POST. Nel silenzio di tanti altri competitor, a non sparire dall’elenco di chi paga per sponsorizzazioni social, c’è anche Matteo Renzi. Sebbene nell’ultimo periodo si sia dedicato a rilasciare interviste più a emittenti straniere che italiane, il leader di Italia Viva continua a presidiare il social più seguito al mondo con una spesa che negli ultimi 30 giorni si è attestata sui 13mila euro. Ed è qui che sorge la curiosità che apre mille pensieri e retroscena: due sono i post sponsorizzati. Uno dei due è quello in cui Renzi elogia, con tanto di foto, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi per la donazione di 10 milioni di euro alla città di Milano (“Chi fa polemica anche per questa notizia è incredibile. Oggi c’è solo da dire: bravo Presidente Berlusconi”). Il dubbio è legittimo: che sia l’inizio di un’alleanza tra Italia Viva e centrodestra?