Strade più sicure, il Governo con il decreto rilancio schiera altri 500 militari fino al 31 luglio. Nelle città impiegati oltre 7mila uomini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fino al termine dello stato di emergenza, schierati altri 500 militari per Strade Sicure che si affiancano, quindi, alle 7.303 unità già in campo, 7.050 più le 253 già in precedenza autorizzate e ora prorogate. E’ una delle misure contenute previste nel dl Rilancio “al fine di garantire e sostenere la prosecuzione, da parte delle Forze armate, dello svolgimento dei maggiori compiti connessi al contenimento della diffusione del Covid-19 fino alla data di cessazione dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri il 31 gennaio 2020”, stabilisce il testo dell’ultimo provvedimento varato dal Governo. Il testo stabilisce inoltre che “l’intero contingente” schierato è integrato di “ulteriori 500 unità dalla data di effettivo impiego fino al 31 luglio 2020”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA