Svolta nelle indagini sulla morte di Willy Monteiro Duarte. Contestato l’omicidio volontario ai quattro pestatori di Colleferro

Willy Monteiro Duarte
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono accusati di omicidio volontario, i quattro giovani ritenuti responsabili del pestaggio, dalle conseguenze mortali, del 21enne Willy Monteiro Duarte, avvenuto all’esterno di un locale pubblico a Colleferro, in provincia di Roma, a settembre (leggi l’articolo). Si tratta dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi e di Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, tutti finora accusati di omicidio preterintenzionale. Tutti gli elementi raccolti nel corso delle indagini coordinate dalla Procura di Velletri – scrive il gip nell’ordinanza in cui si contesta ai quattro arrestati il reato di omicidio volontario – “conducono naturalmente a ritenere che i quattro indagati, non solo avessero consapevolmente accettato il rischio di uccidere Willy, ma colpendolo ripetutamente, con una violenza del tutto sproporzionata alla volontà di arrecargli delle semplici lesioni, avessero previsto e voluto alternativamente la morte o il grave ferimento della vittima”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA