Taglio dei parlamentari all’ultimo miglio. Il 7 ottobre alla Camera il voto definitivo. Di Maio: “Manteniamo una promessa alla faccia di chi ha fatto cadere il precedente governo”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“In questo momento tutti dicono che questo governo è nato per mantenere le poltrone e invece proprio questo governo le taglia, alla faccia di chi ha fatto cadere il (precedente) governo per non tagliare i parlamentari”. E’ quanto ha detto il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, nel corso di in una diretta Facebook da New York commentando la calendarizzazione del taglio dei parlamentari il 7 ottobre alla Camera. In aula, ha aggiunto il leader pentastellato, “vedremo chi avrà il coraggio di non votare per il taglio dei parlamentari”.

“Recuperiamo 500 milioni di euro – ha aggiunto Di Maio – con cui potremo comprare 13mila ambulanze, costruire 133 scuole e fare grandi cose. Manteniamo una promessa. Un grazie a tutti, a questo governo, alla maggioranza in parlamento, al presidente della Camera Roberto Fico per averci lavorato: ancora una settimana e mezzo e festeggiamo il taglio dei parlamentari più importante della storia, mai fatto, e sarà legge grazie al Movimento 5 Stelle”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA